Domenico Fiore del Ristorante "Alchimia" di Chiasso e il Carnevale di Maggia "Re Bacheton" si sono imposti ai quinti Campionati ticinesi del risotto per chef e Gruppi di carnevale e associazioni. Ecco tutte le informazioni. 

 

 

 
                      

 



Stiamo preparando l'edizione 2019 della guida di Ticino a Tavola e invitiamo eventuali ristoranti interessati a iscriversi entro il 31 ottobre 2018 o sponsor che volessero figurare nell'accattivante e bella guida in 4 lingue, a contattare GastroTicino. Intanto il nostro partner Edimen Sagl di Lugano ci sta aiutando nella raccolta pubblicitaria. Sarebbe un peccato non esserci!
MA ATTENZIONE A CHI VENDE: ECCO GLI AUTORIZZATI! 

 

 

     




Il Centro di Competenze Agroalimentari Ticino (CCAT), l'Agenzia turistica ticinese (ATT), la Commissione del Marchio Ticino e il Dipartimento delle finanze e dell'economia (DFE), hanno presentato di recente il nuovo Marchio Ticino (marchioticino. ch). Marchio di provenienza, fondamentale per la comunicazione, che consente ai produttori e ai loro prodotti di trasmettere la garanzia di origine e genuinità verso il consumatore.  

             


In Ticino sono organizzate tutto l'anno, in numerosi ristoranti e hotel, rassegne gastronomiche che valorizzano la cucina e non solo questa. Nel calendario che proponiamo anche altri eventi e fiere. I soci di GastroTicino che partecipano, godranno di vasta visibilità.

 

                                               




Oltre 1 milione di franchi di indotto sul territorio, 240 delegati da tutta la Svizzera, 450 ospiti e accompagnatori, oltre 80 partner, 9 cantine ticinesi, quasi 500 camere occupate in tutta la regione, più di 30 ristoranti coinvolti, 6 tra gruppi di artisti e orchestre, 50 tecnici coinvolti da parte degli organizzatori di eventi, 20 collaboratori diretti, oltre 70 persone messe sul campo direttamente dai partner, 32 chef, 18 maître, 20 sommelier, 35 camerieri, oltre 2600 piatti serviti alla cena di gala. Sono solo alcuni dei numeri che testimoniano l’importanza della 127a Assemblea dei delegati di GastroSuisse, organizzata a Locarno dal 7 al 9 maggio. Un evento importante, anzi storico, se si pensa che per la prima volta un ticinese - il presidente cantonale di GastroTicino, Massimo Suter - è stato eletto con la stragrande maggioranza dei voti alla vicepresidenza nazionale. Un onore per GastroTicino che aveva voluto organizzare l’assemblea per veicolare in tutta la Svizzera un’immagine positiva, professionale e dinamica del nostro Cantone e della categoria degli esercenti-albergatori. Alla fine della tre giorni ticinese il giudizio è stato unanime: missione compiuta! 

 

 

 
 



   


Ciao Table è una versione moderna dello Stammtisch, il tradizionale tavolo condiviso della Svizzera tedesca. È un tavolo che alcuni ristoranti dedicano alle persone che scelgono di gustare la propria consumazione in compagnia anziché in modo individuale.
 



   

 

Promuovere il proprio locale, la propria attività e i propri eventi su internet è diventato ormai fondamentale per non correre il rischio di affogare nel mare dell’anonimato. Sempre più clienti, turisti e appassionati di eno-gastronomia, si affidano al web e ai telefoni di ultima generazione per orientare le proprie scelte...
Scarica il formulario di iscrizione! 
 
                                                                                                 



Il Ticino è terra ricca di sorgenti fresche e ncontaminate. Per questa ragione Ticino a Tavola - l’iniziativa che valorizza i prodotti locali e i ristoranti che li utilizzano - ha deciso di far produrre per il secondo anno consecutivo un’edizione speciale e limitata di bottigliette alla Tamaro Drinks. Con etichette blu e rosse che recano il logo di Ticino a Tavola, l’acqua frizzante o naturale San Clemente è proposta in bottiglie di PET da mezzo litro. Ai soci di Ticino a Tavola, l’acqua è venduta a un prezzo adeguato! 

 
         




Il 1° maggio 2017 è entrato in vigore il nuovo diritto alimentare svizzero. Ecco le principali novità nelle spiegazioni dell’ing. Aleardo Zaccheo della “bioethica food safety engineering”, partner di GastroTicino.
I cambiamenti principali con i relativi documenti da scaricare:
- Provenienza dei prodotti ittici in carta
- Indicazione degli allergeni
- Insetti autorizzati quali alimenti

 

 

 

               


I promotori del Centro di competenze agroalimentari Ticino (CCAT), riuniti presso la sede della LATI a Sant’Antonino, hanno costituito il 28 aprile l’Associazione CCAT. I rappresentanti dei produttori, del settore della trasformazione e della logistica, della distribuzione, della ristorazione e albergheria, del turismo e del Cantone hanno così dato formalmente avvio a questo importante progetto, che si prefigge di promuovere e coordinare iniziative nei settori dell’agroalimentare sull’intero territorio cantonale.