Fatto in casaLuganese e valliTicino a Tavola

Mudra Lounge bar & Restaurant

Mudra Lounge bar & Restaurant
Mudra Lounge bar & Restaurant
Mudra Lounge bar & Restaurant
Mudra Lounge bar & Restaurant

Mudra è un gesto che in diverse religioni viene utilizzato per ottenere benefici fisici, energetici e spirituali. Sarà per il colore rosso acceso che caratterizza le sale, sarà per un arredamento essenziale ma accogliente, sarà per la cortesia che pervade l’ambiente… fatto sta che se si sceglie il ristorante Mudra a Comano, appena prima della RSI, si prova subito un senso di benessere. È un’altra storia che ci consegna la pandemia. È quella di Lucia Scarallo – moglie del compianto Salvatore, uno dei maître più famosi del Ticino – che aveva aperto con entusiasmo e successo il suo rinnovato locale (ex-Ratatouille) nel novembre del 2020. Ma ecco la chiusura durante la prima ondata e l’incertezza dei mesi a seguire. Ma nonostante le difficoltà, la volontà di Lucia è stata quella di riaprire e dare una svolta positiva al suo futuro di ristoratrice, facendo capo proprio a quell’energia positiva cui si richiama il ristorante. Inaugurazione a inizio settembre arricchita dagli amici e clienti, memori delle esperienze gastronomiche vissute al “vecchio” Ratatouille e poi in quel breve scorcio di apertura.
Entriamo e ci accomodiamo nel suggestivo angolo aperitivo… e ne vale la pena visto la scelta di bollicine, vini, cocktail e stuzzichini. Qualche metro più in là, la grande sala gourmet dove i buongustai sono viziati dai piatti degli chef Giuseppe Mileti e Luca Pedrali. La loro è una cucina classica, con spiccati accenti mediterranei. Come antipasti, oltre alle insalatone, carpaccio di tonno rosso aromatizzato con olio EVO e zenzero, gamberi glassati al balsamico su vellutata di fave e cicoria o capesante scottate su vellutata di piselli e julienne di porro croccante. I primi sono un trionfo di sapori: ravioli fatti in casa al tartufo nero o i cappellacci ripieni con purea di fave e porcini, salsa di fave e pomodorini, senza dimenticare il risotto al Barolo con pere e Zola. Come piatti forti? Segnaliamo il filetto di manzo irlandese, lo stinco d’agnello da latte, il filetto d’orata e, in stagione, la selvaggina.
Siete amanti delle sorprese? Allora superate la porta a qualche metro dal ristorante e accomodatevi in un bistrot unico in Ticino: un’intelaiatura di tubi va a comporre 4 tavoli a livello pavimento e 3 sopraelevati, ai quali si accede da una scaletta. Location intrigante per un pranzo veloce: tartare di manzo con misticanza e patate tagliate al coltello e poi fritte, insalatina con gamberi e burrata, hamburger con patate fritte della casa e costine di maiale in salsa barbecue con insalata mista. Ma non finisce qui: Lucia ha in serbo altre novità!