News

Rassegna del prosciutto crudo affinato in Alpe Piora

Dal 9 al 29 novembre il gusto esclusivo del Pioradoro in 28 ristoranti ticinesi

Una rassegna nostrana che valorizza l’esclusivo prosciutto crudo affinato in Leventina e ambasciatore delle eccellenze del nostro territorio. Una sola regola per gli chef: proporre dei piatti a base di Prosciutto crudo Pioradoro in versioni accattivanti e innovative. E una sola regola per il buongustaio: lasciarsi trasportare dall’emozione di gustare una settantina di piatti diversi nei 28 ristoranti iscritti. Per valorizzare al meglio la rassegna, la data è cambiata e l’evento sarà in programma dal 9 al 29 novembre. E poi un concorso per tutti con premi gustosi.

Iniziamo dal concorso #RassegnaTIavincere! Basterà fotografare il piatto e postarlo sulla pagina FB di Réservé Ticino (le foto si possono inviare anche al numero WhattsApp 078 945 93 30 o per e-mail a rassegne@gastroticino.ch). Tutte le informazioni su ticinoatavola.ch e rapelli.ch.

La rassegna ha l’obiettivo di promuovere il patrimonio e le tradizioni gastronomiche del nostro Cantone, valorizzando una delle eccellenze del nostro territorio. Sì, perché il prosciutto crudo Pioradoro – ricorda Gianni Moletta responsabile della produzione e della stagionatura dei prosciutti crudi di Rapelli – è un capolavoro nostrano dal sapore dolce e delicato, grazie alle materie prime, alla lavorazione artigianale dei mastri salumieri e all’affinamento a 2’000 metri d’altitudine nelle cantine all’Alpe Piora. Fedele alla sua filosofia volta alla ricerca della qualità, Rapelli seleziona le migliori cosce di maiale svizzere, per produrre un prosciutto eccellente senza lattosio e senza glutine o additivi alimentari. Le abili mani dei mastri salumieri di Rapelli massaggiano a mano con sale marino il Pioradoro, che viene affinato all’aria in uno degli scenari più belli dell’arco alpino. Infatti, il gusto dolce e delicato, nonché il colore rosa del prosciutto crudo “sono dovuti all’aria e allo scambio termico che contraddistingue l’Alpe Piora, tra il freddo della notte e il caldo del giorno, che alla carne fa perdere d’umidità e acquisire il profumo alpino.

Ecco alcuni dei piatti che si potranno assaporare durante la rassegna: risotto alla zucca con Prosciutto crudo Pioradoro croccante e fonduta di Leventina; gnocchi di patate del piano di Magadino con ragù di Prosciutto crudo Pioradoro; amatriciana rivisitata con Prosciutto crudo di Pioradoro e formaggio Gottardo; tortellone gigante ripieno di Prosciutto crudo Pioradoro con salsa ai carciofi; pizza bianca con mozzarella di bufala, pomodoro fresco, basilico e Prosciutto crudo Pioradoro; gamberoni lardellati al Prosciutto crudo Pioradoro, carciofi freschi e patate saltate; filetto di coniglio in foglia di Prosciutto crudo Pioradoro con ratatouille e patate rosolate; filetto di cervo bardato al crudo Pioradoro; saltimbocca con Prosciutto crudo Pioradoro con risotto alla parmigiana; cordon bleu di vitello svizzero con Prosciutto crudo Pioradoro, formaggio Piora, patate arrosto e ratatouille di verdure.

I 28 ristoranti iscritti alla rassegna (compreso il Ristorante-Salumeria La Bottega di Mario a Zurigo) e i 70 piatti che saranno serviti, si possono scoprire su ticinoatavola.ch e sulla pagina Facebook di Rapelli e Ticino a Tavola.

> Scarica l’elenco dei ristoranti con i piatti in carta